Collane Editoriali

Autori

Newsletter

ANTHYPATIA Vedi a schermo intero

ANTHYPATIA

di Andrea Frosini

Maggiori dettagli

12,00 €

Sinossi: Romeo vende pennelli nel suo negozio di Livorno ma non sa usarli, forse un giorno farà l'ingegnere, nel frattempo scrive di nascosto in una trattoria romana, vicino al Colosseo. Non vuole, infatti, che la moglie Adelina scopra questa attività solitaria. Potrebbe soffocare l'ispirazione con la sua gelosia, con il suo brutto carattere. Cosa scrive Romeo? Storie, storielle, aneddoti, vicende accadute, ascoltate, immaginate. Racconta frammenti di vite, esistenze bloccate in un dettaglio, in una sola situazione. Andrea Frosini, che gli presta la penna, come Cechov forse pensa che la bellezza d'un chiaro di luna possa essere descritta anche facendo passare sotto gliocchi del lettore lo scintillio di alcuni cocci di bottiglia sparsi a terra. Per commentare i suoi racconti, Romeo sceglie due individui di fantasia che riveste di una tale umanità e simpatia, tenerezza e comprensione, da renderli veri quanto lui che poi vero non è perché è solo un personaggio tra i personaggi. È un gioco di scatole cinesi questo libro di Andrea Frosini che avanza, devia, retrocede, tergiversa, non perdendo mai il ritmo incalzante che induce a non interrompere la lettura. Dunque i personaggi-commentatori sono Don Salvatore e il Signor Tonino che leggendo le pagine del libro discutono, riflettono, si divertono, colgono la morale dei fatti narrati, si lasciano prendere dall'amarezza, si guardano perplessi. Un caleidoscopio di vicende strane, coloratissime, dolci o pungenti, tutte caratterizzate dall'effetto sorpresa. Il Teorema di Pitagora viene descritto da diversi punti di vista, alcuni esilaranti. Un detenuto spiega al suo avvocato la sbalorditiva disavventura che gli è capitata, un professore fa il moralista e non si lascia sedurre da una studentessa solo perché è gay e ha altri obiettivi, un eterno studente malato di invidia per un compagno migliore di lui modifica il proprio destino e si perde per sempre, un manager è alla ricerca di perfezione e... la trova! Un bambino prodigio, diventato un eccellente ingegnere, si uccide a 97 anni dopo aver scritto una lettera all'umanità, un Mago della Sapienza impartisce lezioni private di matematica e fisica mettendosi in contatto con Einstein, un ingegnere cinese scopre come centuplicare le vendite di una fabbrica di elettrodomestici (non perdetevi la descrizione del geniale ingegnere!) E tante altre storie di personaggi straordinari (perché assolutamente non ordinari!), compresi alcuni oggetti con una loro originale personalità: un paio di mocassini scrive una lettera a Babbo Natale, un saggio specchio parlante si stanca di sentirsi chiedere le stesse cose dalla stessa persona, una semplice biro è in grado di cambiare la vita di un uomo.

Un elemento di continuità dei racconti, oltre ai commenti ingenui del Signor Tonino e quelli caustici e divertiti di Don Salvatore, è l'ambiente universitario, lo studio matto e disperatissimo di alfieriana memoria, in particolare l'ingegneria. Lo studente che impazzisce per aver troppo studiato, il ricercatore che crede di aver trovato il modo per "creare" l'energia, e poi l'ingegnere invidioso, quello disperato, l'assassino, il pazzo. Eppure, come afferma il Signor Tonino: anche gli ingegneri sono brava gente.

  • Pagine 108

Non ci sono commenti dei clienti per il momento.

Scrivi la tua intervista

ANTHYPATIA

ANTHYPATIA

di Andrea Frosini

Scrivi la tua intervista